< In fondo al mar..
Judith// 21 // Troppe cose in una volta sola

Potrei dire tante cose, ma nessuna di essere andrebbe bene per me, per il mio essere.
Sono così tante cose in una volta sola che la mia amica più cara si chiama Confusione.
Ho speso troppe energie in una volta sola, tanto che per il resto dei miei giorni dovrò vivere con le scorte.
Le mie cicatrici sono tante quanto le stelle, ma se guardi nei miei occhi puoi vedere ancora la forza del mare in tempesta, perché nuoto sempre controccorente.
Mi drogo dei profumi della pelle delle persone che amo e non smetto neanche per un minuto di correre.
Instancabile. Forte. Determinata. Dolce. Folle.
Mi chiamano in mille modi diversi, ma in nessuno si rispecchia il mio nome.
Io sono tante cose in una volta sola e sono niente in questo universo sconfinato. ;

"Su questa bici scassata, in due non dovremmo starci; la ruota posteriore è sgonfia e siamo senza freni. Tu mi sai d’ estate, di birra, di mare. Il vento è fresco e mi raffredda gli arti. Potremmo cadere e romperci l’osso del collo, perché tu vai forte e senza quei dannati freni potremmo finire appiccicati su qualche macchina, proprio come gli insetti sul parabrezza. Mi aggrappo forte perché sono una fifona, io che una bici manco la so guidare bene, - e questo la dice lunga sulla mia carenza di equilibrio - sono con te a cantare mentre la luna rossa sorge e la gente esce in strada. Ci siamo dimenticati di tutto e di tutti, delle responsabilità, delle bollette che arriveranno, dei pannolini da comprare, dei soldi che non arrivano, degli abbandoni, delle urla, dei vicini insopportabili, degli amici traditori, della gente invadente. Tutto è fuori dalla nostra bolla e l’odore della tua pelle è unico, per non parlare del sapore, sei salato come il mare che amo e fresco come questo vento che ci viene incontro; mi sento ubriaca eppure la testa non gira, quelle Moretti da 66cl sono ancora in frigo che ci aspettano, ma non ci importa, non ci importa di niente. Siamo noi, solo noi, ubriachi di stelle, onde e profumi, carenti di sogni ma non di speranze, perché siamo giovani e nonostante tutto siamo qua e ce la faremo. Puoi stare tranquillo che ce la faremo." - Judith

Se fossimo esseri immortali e tu mi dicessi che saresti in grado di amarmi per sempre, io ti crederei. E lo sai perché? I tuoi occhi urlano esattamente come i miei “Amami! Sono incompleto senza te.”

©
Tumblr Mouse Cursors